a-silhouette-of-crude-oil-and-natural-gas-in-northwest-oklahoma-silhouette_t20_1jAA9n

Il metano è una fonte fossile climalterante: la sardegna è all’avanguardia nella Produzione di energia da fonte rinnovabile

Il metano arriva in Sardegna – fuori tempo massimo – nei comuni di Quartu Sant’Elena e Alghero coinvolgendo 7mila famiglie, di Quartu Sant’Elena, Monserrato, Quartucciu, Settimo San Pietro, Sinnai e il quartiere della Pietraia di Alghero con 259 predisposizioni collegate alla rete cittadina del gas. “L’evento, è stato definito <<storico>>, ma la vera notizia – ha dichiarato Carmelo Spada delegato del Wwf Italia per la Sardegna – è che il metano fonte fossile climalterante arriva nelle utenze cittadine senza che sia stata realizzata la dorsale, cioè il metanodotto che avrebbe “bucato” inutilmente l’isola da nord a sud causando vari impatti sull’ambiente, sulla vegetazione, sulla fauna, sui corsi d’acqua, sulla salute. Quindi il metano, fonte fossile climalterante, arriva nelle utenze private senza avere bisogno dei previsti mega rigassificatori costieri e di grandi opere il cui costo era stimato complessivamente di 1 miliardo e 400 milioni”. “Spesa astronomica ingiustificata – sottolinea il Wwf – per una fonte fossile climalterante di transizione che avrebbero dovuto pagare i cittadini con le proprie bollette: sarebbe stato un investimento colossale senza una prospettiva di futuro che avrebbe sottratto risorse allo sviluppo delle fonti rinnovabili, settore in cui la Sardegna è all’avanguardia.” “Il metano fonte energetica inquinante e climalterante di origine fossile, oggi, non ha ragione di esistere per le utenze domestiche – ha continuato Carmelo Spada delegato del Wwf Italia per la Sardegna – in quanto totalmente superata dagli impianti fotovoltaici da posizionare sui tetti degli edifici delle città con (o senza) l’organizzazione delle comunità energetiche. In questo senso la Sardegna è all’avanguardia in Europa con diversi modelli consolidati: le comunità energetiche di Benetutti, Berchidda e il progetto del comune di Porto Torres, denominato reddito energetico con gli impianti fotovoltaici pagati completamente dal comune. Anche in questo caso le emissioni di Co2, nel corso del primo anno di esercizio, sono state ridotte drasticamente e la bolletta elettrica delle famiglie coinvolte tagliate di oltre il 50%.” “Il Wwf Italia, nelle settimane scorse, ha presentato un’approfondita analisi del sistema elettrico della Sardegna curata dal Gruppo RELAB del Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano indicando le soluzione per il fhase out dal carbone nel 2025 e da tutte le fonti fossile nella produzione di energia. Per il Wwf è necessario accelerare il nuovo sviluppo energetico della Sardegna attraverso le fonti rinnovabili il cui potenziale è immenso nell’isola” ha concluso il delegato del WWf Italia per la Sardegna.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

SARDEGNA

Studi e ricerche per il Carbonio 0